Forum LIDI (Lega Italiana per la tutela dei Diritti degli Introversi)

Sposare una persona introversa

« Older   Newer »
 
.
  1. flyzmarco
     
    .

    User deleted



    Sposare una persona introversa si rivela una scelta azzeccata? Dipende. Solitamente una persona è introversa perchè ha una visione della vita, interessi e passioni che differiscono da quelli della massa e questo fatto la porta spesso a non avere niente (o poco) da dire nelle occasioni di vita relazionale e questo non avere niente da dire la porta alla esclusione, in una spirale negativa che si autoalimenta e da cui risulta difficile uscirne. Per questo spesso la persona introversa tende ad "accontentarsi" nelle relazioni sentimentali (anche perchè difficilmente farà il primo passo) con persone con cui ha poco o niente da dire e da parlare. Così la coppia arriva a sposarsi, ma è evidente che se uno parla poco nutre un certo "disagio", una certa mancanza di "sintonia", mentre l'altra parte può pure essere convinta che l'introversione sia una qualità e le persone che le abbiano siano, in fondo, brava gente. Tuttavia, le promesse per una relazione di lunga durata sono abbastanza fragili; è anche possibile che la coppia duri molti anni (o anche per sempre) però esiste sempre un rischio latente: il rischio è che la persona introversa trovi un'altra persona che la faccia sentire se stessa, la persona che riesca a farla sentire veramente a suo agio e che riesca a farla parlare senza tirarle fuori le parole di bocca, e le motivazioni che portano a una totale sintonia, di solito sono una stessa visione della vita e hobby e interessi in comune. Trovata questa "manna dal cielo", a meno che non ci siano figli di mezzo che complichino le cose, la persona introversa difficilmente esiterà a mollare il proprio partner, anche perchè convinta di aver "sofferto abbastanza" e che è giunta l'ora di vivere, di recuperare una parte del credito che vanta nei confronti della vita. Non fraintendete: la questione di fondo non è se sia giusto o sbagliato in assoluto sposare una persona introversa; l'importante è che con voi sia aperta e a suo agio, e se lo è, difficilmente potrete desiderare di meglio; ma se non lo è, siate consapevoli che la vostra relazione potrebbe, improvvisamente, crollare.
     
    Top
    .
  2. Koenig4
     
    .

    User deleted



    Finalmente ti sei deciso a scrivere... :)
    Grazie! Sono sicuro che ci farai leggere delle cose davvero interessanti.
    Un caro saluto.
     
    Top
    .
  3. _pardo_
     
    .

    User deleted



    QUOTE (flyzmarco @ 8/9/2009, 11:46)
    Sposare una persona introversa si rivela una scelta azzeccata? Dipende. Solitamente una persona è introversa perchè ha una visione della vita, interessi e passioni che differiscono da quelli della massa e questo fatto la porta spesso a non avere niente (o poco) da dire nelle occasioni di vita relazionale e questo non avere niente da dire la porta alla esclusione, in una spirale negativa che si autoalimenta e da cui risulta difficile uscirne. Per questo spesso la persona introversa tende ad "accontentarsi" nelle relazioni sentimentali (anche perchè difficilmente farà il primo passo) con persone con cui ha poco o niente da dire e da parlare. Così la coppia arriva a sposarsi, ma è evidente che se uno parla poco nutre un certo "disagio", una certa mancanza di "sintonia", mentre l'altra parte può pure essere convinta che l'introversione sia una qualità e le persone che le abbiano siano, in fondo, brava gente. Tuttavia, le promesse per una relazione di lunga durata sono abbastanza fragili; è anche possibile che la coppia duri molti anni (o anche per sempre) però esiste sempre un rischio latente: il rischio è che la persona introversa trovi un'altra persona che la faccia sentire se stessa, la persona che riesca a farla sentire veramente a suo agio e che riesca a farla parlare senza tirarle fuori le parole di bocca, e le motivazioni che portano a una totale sintonia, di solito sono una stessa visione della vita e hobby e interessi in comune. Trovata questa "manna dal cielo", a meno che non ci siano figli di mezzo che complichino le cose, la persona introversa difficilmente esiterà a mollare il proprio partner, anche perchè convinta di aver "sofferto abbastanza" e che è giunta l'ora di vivere, di recuperare una parte del credito che vanta nei confronti della vita. Non fraintendete: la questione di fondo non è se sia giusto o sbagliato in assoluto sposare una persona introversa; l'importante è che con voi sia aperta e a suo agio, e se lo è, difficilmente potrete desiderare di meglio; ma se non lo è, siate consapevoli che la vostra relazione potrebbe, improvvisamente, crollare.

    E` possibile e mi sono spesso fatto le stesse domande...
    Ma e se nell'amore invece si cercasse proprio qualche cosa di nuovo e fresco, di complementare piuttosto che un proprio "clone", perche` della "propria" vita se ne ha gia` abbastanza?
    Non credo nell'amore totalizzante e totalitario. Il bisogno di sintonia e condivisione di interessi puo` essere anche accolto da altre persone fuori dalla coppia, possibilmente dello stesso sesso cosi` non ci sono problemi :hmm.gif:
    Per quanto mi riguarda ho sempre avuto cura che i miei interessi fondamentali senza cui non vivo, non intersecassero mai col reparto donne, mi sembra rischioso.
    Considera che due persone uguali si possono attirare si, ma poi puo` diventare molto monotono, c'e` questo rischio almeno quanto quello che tra 2 persone diverse nascano dei conflitti.
     
    Top
    .
  4. lavirginia
     
    .

    User deleted



    CITAZIONE (_pardo_ @ 8/9/2009, 12:46)
    Considera che due persone uguali si possono attirare si, ma poi puo` diventare molto monotono, c'e` questo rischio almeno quanto quello che tra 2 persone diverse nascano dei conflitti.

    Purtroppo, anzi, per fortuna i conflitti non nascono solo tra persone totalmetne diverse tra loro, complementari.
    Considerando poi l'elevato livello di individuazione dell'introversione direi piuttosto che si percepiscono ben presto anche certe differenze con chi è simile (per cui non credo proprio ci si possa annoiare! ^_^ alchimia resistendo, ovviamente! :rolleyes: )

    Conflitti e monotonia (ma io parlerei più di consuetudine) sono due dei tanti aspetti possibili della vita di coppia.
    Può spaventare l'idea che ci siano anche queste dinamiche poco piacevoli (ad esempio io vado in tilt quando entro in conflitto :rolleyes: ) ma se si affrontano ci si rende conto che fanno parte del cambiamento personale, del cambiamento di coppia e che in definitiva sostengono e garantisco, assieme all'amore, la durevolezza e la crescita di una relazione.

     
    Top
    .
  5. senzanome70
     
    .

    User deleted



    non so dire se due persone per stare insieme debbano essere per forza entrambe introverse.
    certo è che io ho bisogno di parlare, di riflettere, di approfondire sempre e comunque, quindi non riuscirei mai a condividere la vita con una persona che non abbia lo stesso deisderio, che da questo punto di vista non sia come me.
    non è detto che la debba pensare esattamente come me, anche se alcune cose per me sono fondamentali, ma l'importante è che io la stimi perché pensa.
    quindi, intro o estroversa, con me una relazione in cui non si riesce a prlare, a essere se stessi, a raccontarsi in modo profondo, per me non avrà mai seguito, dura davvero poco.
    no, dico, altrimenti uno che ci sta insieme a fare?
     
    Top
    .
  6. flyzmarco
     
    .

    User deleted



    Ovviamente trovare una persona uguale al 100% è impossibile; però a mio parere un matching del 70%-80% è ottimo per intendersi e mantenere quel po' di differenze e di mistero che ci spingono a scoprire l'altro partner senza annoiarsi. Gli opposti (anche se si attraggono) non durano e se durano.... Sai che musi lunghi.
     
    Top
    .
  7. asabbi
     
    .

    User deleted



    Benvenuto Fly....che piacere trovarti!!!!!!

    ...
    Io penso che nelle relazioni, di qualsiasi tipo, sia necessario un grande rispetto dell'altro. Rispetto reciproco del modo di essere, della necessità di silenzio, del dialogo...io credo nel linguaggio degli occhi che parlano enormemente e con più profondità ed intensità. Cosa importante poi è non cercare di cambiare l'altro per modellarlo a come vorremmo che fosse (e viceversa, ovviamente). Se ami una persona per prima cosa ami i suoi difetti (che poi così prpr nn li chiamerei), ami la sua inicità, la sua particolarità....e basta una frazione di secondo per capire di cosa ha bisogno.
    Un patner più attento e rispettoso, più sensibile e intuitivo nel capire le esigenze dell'altro....
    nel capire quando è il momento di parlare, di chiedere o di farsi da parte, per un pò, in attesa che l'altro sia pronto a comunicare.
     
    Top
    .
  8. ldaniela
     
    .

    User deleted



    quante parole...
    per me nn esistono regole...
    è solo una bellissima sensazione...
    inserita tra i salti mortali quotidiani in mezzo a volti senza espressione...
    in cui il mondo ha una nuova luce solo quando si è insieme...
    e la vita acquista significato
    quando sento la sua voce anche solo per un attimo...

    Edited by ldaniela - 9/9/2009, 11:36
     
    Top
    .
  9. Misanthropist
     
    .

    User deleted



    Col rischio di sembrare qualunquista dico: tutto dipende dai singoli. Introverso, Estroverso, sono solo parole. Quel che conta, secondo me, sono le persone. Gli esseri umani. E il loro sentimento.



    Edited by Misanthropist - 14/9/2009, 22:01
     
    Top
    .
  10.  
    .
    Avatar

    Member

    Group
    Member
    Posts
    356

    Status
    Online

    CITAZIONE (Misanthropist @ 14/9/2009, 21:37)
    Col rischio di sembrare qualunquista dico: tutto dipende dai singoli. Introverso, Estroverso, sono solo parole. Quel che conta, secondo me, sono le persone. Gli esseri umani. E il loro sentimento.

    Sono daccordo.
     
    Top
    .
  11. Franz86
     
    .

    User deleted



    CITAZIONE (flyzmarco @ 8/9/2009, 10:46) 
    (...) Per questo spesso la persona introversa tende ad "accontentarsi" nelle relazioni sentimentali (anche perchè difficilmente farà il primo passo) con persone con cui ha poco o niente da dire e da parlare. Così la coppia arriva a sposarsi (...)

    :shock.gif: :shock.gif: :shock.gif:
     
    Top
    .
  12.  
    .

    .

    Group
    Member
    Posts
    1,629

    Status
    Online

    CITAZIONE (flyzmarco @ 8/9/2009, 10:46) 
    Sposare una persona introversa si rivela una scelta azzeccata? Dipende. Solitamente una persona è introversa perchè ha una visione della vita, interessi e passioni che differiscono da quelli della massa e questo fatto la porta spesso a non avere niente (o poco) da dire nelle occasioni di vita relazionale e questo non avere niente da dire la porta alla esclusione, in una spirale negativa che si autoalimenta e da cui risulta difficile uscirne.

    è una generalizzazione mutilante. dipende da persona a persona. al massimo, se proprio vogliamo parlare di luoghi comuni, l'introverso è naturalmente portato ad indagare la natura propria e delle persone che conosce, per cui tende a non ignorare le divergenze e, talvolta ad ingigantirle. mentre gli estroversi probabilmente si focalizzano di più sul positivo, e fanno di quello il loro punto di forza.

    CITAZIONE (Franz86 @ 18/1/2013, 14:09) 
    CITAZIONE (flyzmarco @ 8/9/2009, 10:46) 
    (...) Per questo spesso la persona introversa tende ad "accontentarsi" nelle relazioni sentimentali (anche perchè difficilmente farà il primo passo) con persone con cui ha poco o niente da dire e da parlare. Così la coppia arriva a sposarsi (...)

    :shock.gif: :shock.gif: :shock.gif:

    esperto nel riesumare cadaveri, ormai :D
     
    Top
    .
  13. Franz86
     
    .

    User deleted



    CITAZIONE (Nicola. @ 18/1/2013, 14:15) 
    CITAZIONE (Franz86 @ 18/1/2013, 14:09) 
    CITAZIONE (flyzmarco @ 8/9/2009, 10:46) 
    (...) Per questo spesso la persona introversa tende ad "accontentarsi" nelle relazioni sentimentali (anche perchè difficilmente farà il primo passo) con persone con cui ha poco o niente da dire e da parlare. Così la coppia arriva a sposarsi (...)

    :shock.gif: :shock.gif: :shock.gif:

    esperto nel riesumare cadaveri, ormai :D

    E ci sono altre discussioni che mi hanno lasciato ancora più basito di questa, pensa te ... :lol:
     
    Top
    .
  14.  
    .


    Group
    Amministratore
    Posts
    2,387

    Status
    Online

    vabè dai... dipende sempre da che tipo di persona sei (al di là dell'introversione).

    non penso che noi siamo di questa filosofia (ovvero la filosofia: mi va bene quel che passa il convento)
     
    Top
    .
  15.  
    .
    Avatar

    Member

    Group
    Member
    Posts
    433
    Location
    Bologna

    Status
    Online

    CITAZIONE (_pardo_ @ 8/9/2009, 11:46) 
    Ma e se nell'amore invece si cercasse proprio qualche cosa di nuovo e fresco, di complementare piuttosto che un proprio "clone", perche` della "propria" vita se ne ha gia` abbastanza?
    Non credo nell'amore totalizzante e totalitario. Il bisogno di sintonia e condivisione di interessi puo` essere anche accolto da altre persone fuori dalla coppia, possibilmente dello stesso sesso cosi` non ci sono problemi :hmm.gif:
    Per quanto mi riguarda ho sempre avuto cura che i miei interessi fondamentali senza cui non vivo, non intersecassero mai col reparto donne, mi sembra rischioso.
    Considera che due persone uguali si possono attirare si, ma poi puo` diventare molto monotono, c'e` questo rischio almeno quanto quello che tra 2 persone diverse nascano dei conflitti.

    Rileggo ora il messaggio di pardo, che manca molto a questo forum, era davvero illuminante a tratti, e quoto in pieno, riallacciandomi all'altra discussione, dove senza saperlo, ho scritto cose simili con la mia prosa intellettualoide :D
     
    Top
    .
23 replies since 8/9/2009, 11:46
 
.
Top